Iniziano Venerdì 1 Aprile 2016 i Simposi Aristotelici - in occasione dell'anno Unesco dedicato ad Aristotele





Il più importante poeta italiano, padre della nostra lingua, Dante Alighieri, definisce Aristotele l'maestro di color che sanno.

Nell'Inferno, Canto IV, versi 130 ss. si legge:

 Poi ch'innalzai un poco più le ciglia,
 vidi 'l maestro di color che sanno
 seder tra filosofica famiglia.

 Tutti lo miran, tutti onor li fanno:
 quivi vid'io Socrate e Platone,
 che 'nnanzi a li altri più presso li stanno;

 Democrito, che 'l mondo a caso pone,
 Diogenés, Anassagora e Tale,
 Empedoclès, Eraclito e Zenone...




Anche nel medioevo italiano, in un'età che poco conosce della cultura greca classica, si ha la piena percezione dell'importanza di Aristotele, che costituisce in qualche modo l'apice di quella Cultura, nel quale trovano sistemazione e sviluppo tutte le conoscenze e le esperienze antiche...


La Società Filellenica Italiana non poteva lasciarsi sfuggire l'occasione dell'Anno UNESCO, perché onorare Aristotele vuol dire celebrare la Cultura ellenica classica, che è fondamento sul quale si costruisce tutta la civiltà occidentale e dal quale ancora oggi è possibile attingere per nuovi sviluppi e applicazioni.

I nostri Simposi riguarderanno aspetti degli studi aristotelici talora negletti, come i temi della musica, della medicina o della metafisica; ovvero conosciuti ma particolarmente atti a dettare suggestioni e contributi alla contemporaneità, come la politica; nel contesto di un inquadramento storico preliminare, che colloca Aristotele a cavallo fra due stagioni della grecità: la Grecia classica delle Polis e l'Ellenismo alessandrino.

I Simposi si terranno in Cava de’ Tirreni (SA), presso l’Hotel Vittoria – Maiorino, al Corso Giuseppe Mazzini, n. 4, sede della Società Filellenica Italiana, che ha ospitato, dai primi di settembre al 18 ottobre del 1944, il Governo Ellenico in esilio, “ultima tappa” prima del ritorno in Patria, come la Città fu definita nella omonima poesia dal premio Nobel Jorgos Seferis.

Gli interventi, svolti da eminenti studiosi italiani, in larga misura aderenti alla nostra Società, saranno ripresi e inviati alle Scuole superiori italiane grazie alla collaborazione con l'Associazione "Antiche Radici", affinché all'inizio del nuovo anno scolastico possano essere oggetto di visione e approfondimento.

Come sempre, anche questa iniziativa è organizzata in stretta sinergia con la Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche d'Italia e con la Comunità Ellenica di Napoli. Aderendosi all'Anno Unesco dedicato ad Aristotele, poi, non poteva mancare la collaborazione con il Centro Unesco di Caserta ed il prestigioso patrocinio dell'Università Aristotelica di Salonicco.

Prof. Marco Galdi
Presidente della Società Filellenica Italiana






Commenti

Post popolari in questo blog

Giornate elleniche 2017: TARAS

Noi Italiani... parliamo greco! L'intervento di Aldo Pirola, Segretario Generale della Filellenica Lombarda, alle Giornate Elleniche 2017

Il 19 aprile è la festa del filellenismo: l'occasione per un bilancio e per guardare al futuro.